Senza categoria

1 adolescente su 4 è sempre online.

In base ad un’indagine realizzata in Italia da Sos – Il Telefono Azzurro Onlus, gli adolescenti di oggi sono perennemente connessi al Web e usano comunicare tramite chat con i propri genitori, che spesso non sono consapevoli dei rischi corsi dai figli in Rete. La ricerca si è basata sulle risposte di un campione di 600 ragazzi (di età compresa tra i 12 ai 18 anni) e 600 genitori (dai 25 ai 64 anni). I risultati hanno mostrato come il 17% degli adolescenti intervistati non riesce a staccarsi da smartphone e social; in particolare, 1 soggetto su 4 risulta sempre online, quasi 1 su 2 si connette più volte al giorno e 1 su 5 si sveglia durante la notte per controllare i messaggi arrivati sul proprio cellulare. Uno degli allarmi lanciati dallo studio è quello dell’età in cui i ragazzi italiani accedono alla Rete: 1 su 2 dichiara, infatti, di essersi iscritto a Facebook prima dei 13 anni, mentre il 71% di essi riceve uno smartphone, in media, ad 11 anni. Infine, il 73% degli adolescenti frequenta costantemente siti pornografici, mentre più di 1 su 10 dichiara di essere stato vittima di cyberbullismo.

Fonte: Repubblica.it.

adolescenti, amore, anima, flirt, gemella, internet, love, offline, rete, tecnologia, teen, teenagers, web

I teenagers tecnologici cercano l’amore off-line.

Uno studio del Think Tank Pew Research Center, che indagava il rapporto degli adolescenti con il Web in caso di amore, ha evidenziato come questi ultimi non scelgano la Rete per iniziare una love story. I dati hanno evidenziato come solo l’8% degli americani tra i 13 ed i 17 anni ha incontrato l’anima gemella su Internet, contro un buon 64% che non sembra volersi rivolgere al Web per trovare l’anima gemella. La Rete svolge piuttosto un ruolo importante nel modo in cui i ragazzi flirtano, corteggiano e comunicano con amori attuali o potenziali. La maggioranza degli adolescenti che ha avuto una love story (76%) ha, infine, riferito di aver incontrato l’anima gemella sempre fuori dal Web.

Fonte: Repubblica.it.