Senza categoria

Nelle adozioni gay conta l’affetto dei genitori, non il loro genere.

In merito ai temi delle unioni civili e delle adozioni gay, il presidente della Società Italiana di Psichiatria ha affermato che, per la crescita funzionale di un bambino, ciò che conta è la capacità affettiva dei genitori, tale da creare un ambiente sicuro, sereno e protettivo. Ciò non dipende dal genere di questi ultimi, poichè è stato precedentemente dimostrato che nelle famiglie composte da coppie eterosessuali possono prodursi danni nella psiche dei figli quando il rapporto tra i partner adulti è in crisi. In merito alla Stepchild Adoption, si stanno tuttora raccogliendo dati ed è quindi prematuro esprimere opinioni scientifiche definitive su situazioni sociali molto recenti. Ciò che si rende necessario è procedere ad una raccolta attenta ed equilibrata di dati e studi, oltre che approfondire gli infiniti aspetti coinvolti in questo ambito.

Fonte: AdnKronos.com.

Annunci
Senza categoria

L’amicizia tra donne etero e uomini gay.

Un’équipe di scienziati della University of Texas at Arlington, in uno studio pubblicato sulla rivista Archives of Sexual Behavior, ha esaminato il legame d’amicizia che si instaura tra uomini omosessuali e donne eterosessuali, scoprendo che in questo tipo di rapporto il punto cruciale risiede nell’assenza di “conflitti di interesse” e nell’esistenza di fini reciproci nelle preferenze sessuali. La formazione di queste relazioni è, infatti, guidata da processi sociali ben precisi e codificati. Per scoprire ciò, gli scienziati hanno messo insieme i risultati di quattro studi separati che hanno coinvolto all’incirca 700 studentesse eterosessuali. Nel primo esperimento, 167 donne hanno valutato consigli sentimentali forniti da donne eterosessuali, uomini eterosessuali e uomini omosessuali, riponendo maggiore fiducia in quelli provenienti da questi ultimi. Gli altri tre esperimenti hanno mostrato che tale fenomeno si accentuava significativamente quando le donne si trovavano in uno scenario competitivo dal punto di vista del corteggiamento e della scelta del partner.
Fonte: Repubblica.it.
aula, discriminazione, formazione, istituto, lezioni, omosessuale, scuola, studente

Studente omosessuale cacciato dall’aula.

E’ stata recentemente diffusa la notizia di un Istituto di Formazione di Monza che avrebbe obbligato uno studente omosessuale a seguire le lezioni fuori dall’aula per via del suo orientamento sessuale. Qualora le circostanze venissero confermate, è doverosa l’immediata applicazione di qualsiasi strumento per sanzionare una pratica discriminatoria grave, perché violenta nel messaggio ed estremamente dannosa. Occorrono, quindi, provvedimenti esemplari al fine di eliminare le formule ambigue che rendono la discriminazione e la violenza fatti possibili e giustificabili nel nostro Paese.

Fonte: IdO.