Senza categoria

I Social Networks e il Cyberbullismo.

L’avvento dei social networks avvenne con Myspace nel 2003, seguito da Facebook (2004), Twitter (2006) e Instagram (2010). In particolare, l’uso di quest’ultimo ha fatto sì che i soggetti adolescenti con tratti overt e covert tipici della personalità narcisistica si rifugiassero dalla realtà poiché incapaci di controllarla, andando incontro ad un profondo senso di inadeguatezza. Ed è proprio qui che si insinuano le condotte di flaming, ovvero le molestie tramite mail: il cyberbullo infatti agisce in completo anonimato o assume l’identità di qualcun’altro. Il maggior aspetto negativo è che non esiste via di fuga sul Web, perché, una volta pubblicato un contenuto su di esso, quest’ultimo sarà visibile a tutti gli utenti. La vittima del cyberbullismo può andare incontro al fenomeno orientale dell’Hikikomori, ovvero allo stare in disparte, al ritirarsi dalla vita sociale; i soggetti maggiormente affetti sono di sesso maschile, di età tra i 19 e 27 anni, figli unici o primogeniti e di estrazione sociale medio-alta.

Fonte: Dott. Alessandro Valzania.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...